Il tuo carrello è vuoto!
  • Italiano
  • English
Benvenuto! Effettua il login o crea un account.
I vostri Feedback

impianto consigliato

Buongiorno Sig. Scapin, le comunico con piacere che tutto il materiale è arrivato. La ringrazio ancora infinitamente per la grandissima disponibili..


text_stars
Luca Fava

nightingale CRD2501

caro Scapin, volevo ringraziarla. prima di collegare il nightingale CRD2501 all'impianto ho riascoltato il cd «river» di herbie hancock l..


text_stars
ferdinando

Amplificatore Integrato Monrio Asty

Produttore: Monrio
Codice Prodotto: 720105f
Disponibilità: A magazzino
Condizione: USATO
550,00€
550,00€

Opzioni disponibili



* Colore / finiture:

* Spedizione:


Qta:   - o -

Amplificatore Integrato Monrio Asty

L'Asty si presenta in modo semplice ma piuttosto curato. Il pannello frontale, ad esempio, è costituito da una spessa lastra (circa 1 cm.) di alluminio satinato, pregevolmente (ed intelligentemente) smussato sugli spigoli. Lo stesso ospita, parzialmente incassate e tuttavia piuttosto sporgenti, quattro manopole che controllano il selettore degli ingressi (Tape, Tuner, CD, Aux1, Aux2), il bilanciamento, il volume (telecomandabile nelle versioni ST e RM) e l'accensione dell'apparecchio, il cui stato operativo viene segnalato da un led, di colore rosso, posto al centro del pannello.

Lo chassis, realizzato in lamiera, segue il motivo estetico dettato dal frontale, e risulta anch'esso sagomato in modo da evitare la presenza di spigoli vivi. Il pannello posteriore sembrerebbe piuttosto consueto, con la presenza della vaschetta IEC, della coppia di morsetti per il collegamento dei cavi di potenza, della serie di connessioni RCA che replicano quanto riportato sul selettore degli ingressi. Tuttavia, suscita curiosità una coppia di ingressi identificata con la dicitura "Direct". Uno sguardo al manuale operativo svela l'arcano: si tratta di un ingresso che permette il collegamento di un processore Audio/Video, in modo da poter utilizzare l'Asty in un sistema multicanale come amplificatore per i canali anteriori oppure per i canali Surround. L'attivazione dell'ingresso Direct è subordinata allo spostamento di una coppia di ponticelli posizionati all'interno dell'apparecchio.

La Tecnica

[L'interno del Monrio Asty] 
L'ordinato interno del Monrio Asty

L'Asti è un amplificatore integrato dalla potenza dichiarata di 55W per canale erogati su un carico nominale di 8 ohm.

Uno sguardo all'interno dell'apparecchio è origine di sicura soddisfazione, in quanto consente di apprezzare una notevole pulizia di progetto, con la filatura ridotta al minimo indispensabile, al pari dei componenti utilizzati.

Schematicamente, l'interno sembra essere diviso in tre specifiche aree: l'alimentazione all'estrema destra, dove spicca il bel trasformatore toroidale provvisto di secondari separati per il canale destro e sinistro, lo stadio degli ingressi sulla sinistra, e la sezione di preamplificazione/potenza al centro, con i quattro dispositivi di potenza montati su un dissipatore solidale con il telaio dell'apparecchio.
L'alimentazione appare sovradimensionata, con ben 40.000uF di capacità di filtro e diodi Ultra-Fast, il che garantisce una riserva di corrente sufficiente per picchi e transienti. Nessun condensatore è posto sul percorso del segnale. Dove strettamente necessario, vengono impiegati condensatori elettrolitici Audio-Grade "MUSE" e condensatori a film in Polypropilene.

Le dimensioni rispettano lo standard, e valgono 430x80x310mm rispettivamente per larghezza, altezza e profondità, il tutto per un peso di circa 10Kg.

Il Suono

La gamma bassa espressa è frutto di un buon compromesso tra morbidezza e velocità, e risulta piuttosto piena e corposa, ed anche se non propriamente tesa e nervosa, articolata quanto basta per consentire all'ascoltatore di apprezzare i virtuosismi del contrabbassista o bassista di turno. Dalla gamma bassissima, a questi livelli di prezzo, onestamente non ci si possono aspettare miracoli, e l'Asty non fa eccezione in tal senso, e l'energia sembra quindi scemare quando il messaggio musicale propone frequenze prossime agli "inferi audio".
Bello il mediobasso, che fornisce la giusta corposità a voci e strumenti senza per questo proporre particolari caratterizzazioni, e che si fonde ottimamente con la gamma media, ben presente e non priva di un certo calore. La gamma medioalta appare composta e poco ostentata, forse un pò timida, ma decisamente gradevole e rilassante, mentre l'estremo alto dello spettro audio affianca a buone doti di rifinitura un buon livello di ariosità.

La prestazione dinamica si attesta su livelli piuttosto buoni, non avvertendosi particolari carenze in tal senso, e trova quale partner particolarmente azzeccato una velocità di riproduzione calibrata e non particolarmente sottolineata. Ne scaturisce un'apprezzabile sinergia, che contribuisce non poco a determinare il carattere tendenzialmente neutro, ma tuttavia morbido e godibile, dell'apparecchio.

Le capacità di ricostruzione scenica del'integrato sono in assoluto ampiamente soddisfacenti, e davvero buone considerata la sua classe di appartenenza. Difficilmente la lateralizzazione potrà eccedere la collocazione dei diffusori, ma il messaggio sonoro risulta ben svincolato dagli stessi e presenta elementi focalizzati e sufficientemente ariosi, con un gratificante senso di profondità ed una apprezzabile capacità di scansione dei piani sonori.

#####
ultimi visitati
Back to Top
Loading...
Loading...
Loading...
Loading...
Loading...
Loading...